Educare... giocando
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Educare... giocando

Dalla nascita fino all'ingresso nella scuola, il gioco è il mezzo principale che il bambino utilizza nei rapporti con gli altri. Esso, in tutte le sue forme simboliche, drammatiche, individuali, costruttive, scientifiche, assume un valore educativo determ

Cerca tra i nostri articoli

Dalla storia del gioco alla sua trasversalità

Il gioco è stato sempre definito come un’alternativa al lavoro, come un’occupazione dispersiva e incontrollata senza alcuna utilità biologica e sociale. È solito considerarlo come l’opposto dell’attività seria, disponibile all’uomo solo nei momenti di ozio e di tempo libero. Ma il gioco ha radici ben più antiche della cultura stessa: è un fenomeno puramente fisiologico che co

Le teorie del gioco

La complessità e l’ambiguità dell’attività ludica hanno sollecitato molti autori, dalla seconda metà del secolo scorso, a interpretare e comprendere che cosa sia il gioco, perché il bambino gioca e quando gioca. Da qui nascono molte delle teorie volte a risolvere questo paradigma fondamentale della pedagogia. Tra tutte le teorie del gioco quella con maggiore consideraz

Apprendimento motorio e gioco

Ma cos’è il GIOCO ? I pedagogisti moderni lo definiscono come un’attività non semplicemente infantile, ma uno dei bisogni fisiologici dell’uomo anche da adulti; indica qualsiasi attività prodotta per puro piacere, senza scopi. Il gioco rappresenta un’esigenza vitale ed insostituibile, fonte di gratificazione, di socializzazione, di apprendimento, di acquisizione cultu

Educare attraverso il gioco

Il gioco come strumento didattico Insegnare utilizzando il gioco significa usare l’attività ludica per trasmettere i saperi e le conoscenze ai bambini; ogni gioco è strumento didattico, quindi è importante imparare a usarlo nel modo giusto e al momento giusto. Sulle spalle di un insegnante pesa un compito assai gravoso e difficile: quello di provvedere all’istruz

Dalla comunicazione verbale alla comunicazione non verbale

Da sempre l’uomo ha sentito il bisogno di capire e comprendere la realtà ampliando così i suoi orizzonti. La comunicazione è un processo di trasmissione e circolazione di informazioni, cioè un insieme di dati sconosciuti al destinatario prima dell’atto comunicativo; è necessario che emittente e destinatario condividano uno stesso codice affinché avvenga il processo di de